Pur con un notevole ritardo rispetto ai comuni vicini, anche a Ciriè è stato installato un distributore di acqua naturale e frizzante in piazza Vittime dell’IPCA.
La cosa fa senz’altro piacere, è un incentivo al riciclaggio delle bottiglie di plastica ed un concreto risparmio. Così l’altra sera ho caricato in macchina le bottiglie e mi sono apprestato a testare il servizio.
La prima differenza che salta all’occhio, rispetto agli altri distributori, è che anche l’acqua naturale ha un costo mentre per esempio a San Maurizio è gratuita. Ma la cosa strana è che l’erogazione costa 5 cent al litro, invece che 5 cent al litro e mezzo di San Maurizio. Non è il costo maggiore che preoccupa, ma il fatto che le bottiglie di plastica dell’acqua minerale sono quasi tutte da un litro e mezzo, e quindi se le si vuole riempire bisogna armeggiare con travasi vari. Io poi mi ero procurato anche delle bottiglie di vetro da un litro e mezzo, e con rammarico ho scoperto che non si possono utilizzare a Ciriè perchè la distanza dall’erogatore al piano di appoggio non consente di infilare le suddette bottiglie, mentre negli altri distributori sì. Di solito si pensa che chi realizza qualcosa dopo gli altri dovrebbe imparare dall’esperienza altrui, ma evidentemente non è il caso della nostra “Città di Charme”.