top-image

LATEST ARTICLES

Pur con un notevole ritardo rispetto ai comuni vicini, anche a Ciriè è stato installato un distributore di acqua naturale e frizzante in piazza Vittime dell’IPCA.
La cosa fa senz’altro piacere, è un incentivo al riciclaggio delle bottiglie di plastica ed un concreto risparmio. Così l’altra sera ho caricato in macchina le bottiglie e mi sono apprestato a testare il servizio.
La prima differenza che salta all’occhio, rispetto agli altri distributori, è che anche l’acqua naturale ha un costo mentre per esempio a San Maurizio è gratuita. Ma la cosa strana è che l’erogazione costa 5 cent al litro, invece che 5 cent al litro e mezzo di San Maurizio. Non è il costo maggiore che preoccupa, ma il fatto che le bottiglie di plastica dell’acqua minerale sono quasi tutte da un litro e mezzo, e quindi se le si vuole riempire bisogna armeggiare con travasi vari. Io poi mi ero procurato anche delle bottiglie di vetro da un litro e mezzo, e con rammarico ho scoperto che non si possono utilizzare a Ciriè perchè la distanza dall’erogatore al piano di appoggio non consente di infilare le suddette bottiglie, mentre negli altri distributori sì. Di solito si pensa che chi realizza qualcosa dopo gli altri dovrebbe imparare dall’esperienza altrui, ma evidentemente non è il caso della nostra “Città di Charme”.

Provate a passeggiare per la nostra cittadina quando è buio : una cosa salta subito all’occhio. Ci sono zone dove ci si può “abbronzare” tante sono sonono le illuminazioni pubbliche, mentre in altre zone si viaggia alla “cieca”. Facciamo qualche esempio… Piazza Martiri della libertà è stata in un recente passato ristrutturata con gran dispendio di soldi pubblici, ma poi ci si è accorti che l’iilluminazione era oggetto di atti vandalici (anche perchè mal studiata) ed in fretta e furia è stata approntata una seconda tipologia di illuminazione. Lo stesso didiscorso vale per esempio per via San Ciriaco, mentre altre zone (forse di serie B) o sono rimaste al buio (vedi Via Giancorrado Basso) o l’iiluminazione pubblica è stata allestita ma misteriosamente dopo mesi ancora non è attiva (vedi Via Martiri del Cudine). Sicuramente ci saranno dell spiegzioni valide per queste disparità, ma purtroppo io non le conosco .. se qualcuno avesse la bontà di “illuminarmi” in merito gliene sarei molto grato !

Ieri sera sono andato al teatro Magnetti di Ciriè a vedere una interessante rivisitazione di Romeo e Giulietta. Parlando con alcune persone, è venuto fuori il problema della capienza : purtroppo questi spettacoli hanno il difetto di essere rappresentati in un teatro che ha una capienza insufficiente rispetto alle richieste. E un pensiero mi ha sfiorato: ma a Ciriè non abbiamo uno spazio molto più capiente sia in termini di palco che di posti a sedere ? E questo spazio non è attualmente inutilizzato e sta andando in malora ? Ci saranno sicuramente delle problematiche a a fronte di queste scelte, ma se qualcuno più informato ci potesse illuminare ? Tanto per citare “Striscia la notizia” : se qualcuno ha qualcosa da dire noi siamo qui.

Passeggiando per la nostra bella cittadina un dubbio mi assale: volendo utilizzare un mezzo sano ed ecologico come la bicicletta, dove la parcheggio? Tanto per fare un esempio una delle poche rastrelliere per bici era situata al fondo di via San Ciriaco,ma dopo i lavori di ristrutturazione al momento non e’ stata ripristinata.
E cosa dire delle piste ciclabili? Ma questo sara’ oggetto di un prossimo articolo

Ho deciso di aprire questo blog per raccogliere tutto quello che di Ciriè  non ti piace, sperando che questi suggerimenti vengano letti e recepiti da chi di dovere.

Vorrei precisare che non voglio schierarmi a priori con  l’amministrazione comunale o con l’opposizione, ma favorire l’espressione dei cittadini su argomenti che riguardano la vivibilità della nostra bella cittadina. Sono quindi benvenuti tutti i contributi ed i commenti agli stessi, purchè basati su fatti reali e non su speculazioni politiche

bottom-img